La rivista


Il primo numero del Bollettino dell’Atlante Linguistico Italiano vede la luce nel 1933; da quel momento sono passati più di 80 anni durante i quali la Rivista, pur cambiando per un breve periodo nome, ha continuato a uscire con cadenza regolare.

Nata come luogo in cui dar conto delle notizie inerenti all’Atlante Linguistico Italiano, da subito si è arricchita lasciando spazio a questioni generali concernenti il valore degli atlanti tout-court, a saggi e a progetti di ricerca innovativi nel campo della geolinguistica. Nel corso della sua lunga vita ha ospitato articoli di dialettologia, linguistica, filologia ed etnografia.
La III Serie, i cui contributi sono attualmente sottoposti a un processo di blind peer review, prende corpo a partire dal 1976 ed è accompagnata da una serie di ‘Supplementi’ e di pubblicazioni autonome.

Direttore responsabile è Lorenzo Massobrio.

Il Bollettino dell’Atlante Linguistico Italiano si avvale del:

Comitato scientifico e di lettura di cui fanno parte: Gian Luigi Beccaria (Torino), Michel Contini (Grenoble), Jean-Philippe Dalbera (Nice), Marie-José Dalbera-Stefanaggi (Corte), Franco Fanciullo (Pisa), Pilar García Mouton (Madrid), José Enrique Gargallo Gil (Barcelona), Hans Goebl (Salzburg), Manuel González González (Santiago de Compostela), Andres Kristol (Neuchâtel), † Max Pfister (Saarbrücken), João Saramago (Lisboa), Nicolae Saramandu (Bucureşti) Comitato editoriale composto da: Cecilia Andorno, Gaetano Berruto, Sabina Canobbio, Massimo Simone Cerruti, Federica Cugno, Carla Falluomini, Livio Gaeta, Piercarlo Grimaldi, Carla Marello, Riccardo Regis, Davide Ricca, Antonio Romano, Giovanni Ronco, Mario Squartini, Tullio Telmon

Comitato di redazione i cui membri sono: Matteo Rivoira, Maria Sabrina Specchia

Segretaria di redazione è Laura Mantovani

Contatti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Valutazione dei contibuti e norme redazionali